Site Overlay

Impastatrice planetaria professionale, l’alleato per risparmiare tempo in cucina senza rinunciare ad impasti eccellenti

Da sempre la cucina è il luogo del focolare domestico dove si compiono magie: cibi che sono capolavori da ammirare e che sprigionano profumi incantevoli! Alla cucina si ricollegano spesso ricordi di tempi passati che fa piacere rivivere! Per questo cucinare è diventata la passione di molti, tanti dei quali hanno deciso di farne la propria professione!

Per quanto possa essere bello mettersi ai fornelli, non sempre si ha a disposizione il tempo necessario per cucinare e impastare coi metodi tradizionali, utilizzando semplici utensili e le proprie mani. A differenza del passato, oggi in cucina possiamo preparare tutto, o quasi tutto, utilizzando appositi macchinari e accessori che migliorano le condizioni in cui cucinare, accorciando i tempi di preparazione senza ridurre la bontà dei cibi preparati.

Questo vale anche quando si tratta di realizzare degli impasti per pasta, pane, pizza, rustici, biscotti e dolci, ma anche quando si tratta di montare panna, uova o realizzare creme: mentre una volta tutto veniva impastato a mano, con dedizione e forza, oggi siamo agevolati perché abbiamo a disposizione macchinari che ci permettono di preparare i nostri prodotti da impasto in tempi più rapidi, o comunque ragionevoli, senza dover rinunciare a risultati eccellenti. L’ impastatrice planetaria professionale è tra questi fantastici macchinari da cucina. In molti oggi non riescono più a farne a meno, sia tra le donne che a casa loro amano sperimentare in cucina, sia tra gli chef nei laboratori di cucina e pasticceria. Vediamo allora di scoprirne caratteristiche e funzionalità e tutti i vantaggi.

Impastatrice planetaria professionale: cos’è

L’impastatrice planetaria, detta anche impastatrice orbitale, è una macchina per impasti che si caratterizza per il movimento rotatorio del suo braccio meccanico, il quale gira attorno al proprio asse compiendo un movimento circolare attorno al centro. Il nome “planetaria” deriva proprio dal fatto che il movimento segue un’orbita proprio come i pianeti. È un apparecchio versatile e molto utile.

Impastatrice planetaria professionale: a cosa serve

La planetaria è indicata per impasti molli, come quelli per torte, dolci e creme tipo crema pasticcera, chantilly, per montare panna e uova etc. Il suo utilizzo è ideale per la pasticceria. Ma non mancano le sue applicazioni in laboratori di cucina, pizzeria e panetteria per realizzare impasti molli di pasta fresca, pizza o quelli semi-duri di pane. quelli semi duri come gli impasti per il pane. Non sono invece indicate per gli impasti più duri, per i quali si consigliano le tradizionali impastatrici a spirale.

Offre quindi molti vantaggi in quanto permette di ottenere prodotti da forno in modo rapido e senza alcuna fatica grazie alla velocità della macchina che miscela i vari ingredienti in modo efficiente riuscendo ad ottenere così un impasto omogeneo senza grumi e perfettamente liscio.

Impastatrice planetaria professionale: come funziona

La planetaria sfrutta la tecnologia di ultima generazione, per questo si annovera tra i macchinari professionali per laboratori da cucina in quanto a funzionalità e prestazioni. Il movimento rotatorio è doppio, un movimento su se stesso e l’altro intorno al punto centrale del contenitore avviene uno su se stesso e l’altro intorno al punto centrale del contenitore. Il doppio movimento consente di avere una miscelazione migliore degli ingredienti, le permette di lavorare l’impasto rendendolo uniforme grazie al braccio meccanico che, durante il movimento rotatorio, lavora l’impasto raggiungendo ogni punto della vasca, anche quelli più esterni.

La planetaria professionale ha in dotazione tre tipologie di fruste, che servono a montare la panna oppure gli albumi oltre che creare la maionese o qualsiasi tipologia di creme e anche le meringhe:

1. La frusta a foglia o a spatola

É adatta per lavorare impasti abbastanza corposi e non eccessivamente liquidi, ad esempio uova e farina. Sconsigliata per impasti che richiedono uno sforzo di lavorazione eccessivo.

2. La frusta a filo

Utilizzata per lavorare per tempi lunghi impasti liquidi e spumosi, per esempio per montare la panna, o per amalgamare uova e zucchero.

3. La frusta a gancio

Utilizzata per ottenere impasti più consistenti, compatti ed elastici che necessitano di una lavorazione con sforzo maggiore come quelli per la pizza, il pane o la pasta fatta in casa. Se tuttavia l’utilizzo per impasti duri è continuo e per tempi lunghi, si consiglia di considerare l’acquisto alternativo di un’impastatrice professionale a spirale, a bracci tuffanti e a forcella.

La planetaria ha in dotazione anche altri accessori:

  •  il gancio uncinato, per la preparazione di impasti come la pizza, la focaccia, il pane, i biscotti, le torte e così via;
  •  la pala, utile per il pan di spagna e tutti gli impasti di tipo morbido e che si può utilizzare anche per le preparazioni cremose.

Impastatrice planetaria professionale: come scegliere quella adatta alle tue esigenze

Per avere impasti perfettamente amalgamati e lisci privi di grumi, è essenziale che gli ingredienti si miscelino perfettamente tra di loro, per ottenere questo risultato serve un macchinario che abbia un motore con una potenza minima di 1200 Watt.

Secondo l’utilizzo che se ne deve fare e lo spazio di cui si dispone, occorre inoltre valutare:

  •  le dimensioni;
  •  il tipo di utilizzo (domestico o professionale);
  •  la frequenza di utilizzo;
  •  il tipo di prodotti per cui usarla.